Credi che questa generazione più giovane della Cina continentale, nel complesso, diventerà genitori “più morbidi”?

Sì! Credo un po ‘di volontà. Lo dico perché mia moglie è di nazionalità cinese e i suoi genitori erano estremamente duri con lei – al di là della ragione o della disciplina del buonsenso. Non si permetterà di ripetere la rabbia di cui è diventata vittima. Più cinesi sono consapevoli di questi errori e ci sono corsi di formazione per genitori disponibili in alcuni ambienti: i genitori hanno fame di imparare e crescere come genitori perché molti si rendono conto di non sapere quasi nulla.

Non sto dicendo che la gente dimenticherà come i loro genitori li hanno allevati o che rifiutano quei metodi che potrebbero aver portato alla loro eventuale maturità o visione del mondo! Ci sono un sacco di ragioni per cui la generazione precedente di genitori tendeva ad essere così dura con i loro figli. Non pretendo di sapere abbastanza per capire tutto, solo che la Rivoluzione Culturale ha giocato un ruolo importante per le ferite di molti cuori. Quando la fame provoca la necessità di cibo per contrassegnare la necessità primaria nella società, cambia un essere umano. Nel 2016 la situazione è notevolmente diversa. Mia moglie mi dice che la Cina del Sud ha acquisito un po ‘di normalità e benessere solo nel 1990. Riesci davvero a confrontare le due generazioni tra loro?

Mia madre potrebbe essere l’unica donna nella mia città (se non il paese) ad informarmi della sua incapacità e riluttanza a nutrire i miei futuri figli poiché vuole avere la propria vita. Fortunatamente, non sono l’unica donna che vuole diventare casalinga a tempo pieno o stare con il mio futuro figlio per i primi 3 anni della sua infanzia (che è cruciale per la sua alfabetizzazione, il suo carattere e la sua matematica), perché la mia studentessa mi ha parlato di la stessa idea prima di partire per la sua vita universitaria negli Stati Uniti. La maggior parte delle giovani generazioni ha i figli cresciuti dai genitori. Prendi il mio vicino come esempio, che sta portando il suo secondo bambino adesso. Non si occupa affatto dei suoi figli, perché è impegnata con il suo insegnamento in una delle migliori scuole superiori di Chengdu e sta guadagnando lo stipendio per principianti nella Silicon Valley (niente male in Cina). Quindi, sentiremmo il suo primo figlio urlare tutto il tempo, semplicemente PER DIVERTIMENTO.

Sa qualcosa sulla genitorialità? Ovviamente no. Alla domanda sul comportamento irregolare dei suoi figli di urlare continuamente, ha detto: È solo una bambina. Lasciala stare. (Questo è molto tipico dei genitori cinesi, che credono che i bambini impareranno a comportarsi man mano che crescono, quindi i genitori dovrebbero semplicemente lasciarli soli)

Il mio sogno è smettere di lavorare come insegnante in Cina poiché ne ho abbastanza di quei pigri educati dai loro genitori “morbidi” o, per essere più precisi, nonni.

Devo ripetere ciò che ho pubblicato in precedenza: voglio ritirarmi all’età di 35 anni.

LOL, dirò .. NO. In realtà non sapranno come fare i genitori perché non lo fanno. I loro genitori lo fanno e poi quando i nipoti hanno figli, i loro genitori diventeranno effettivamente GRANDPARENTI in base a ciò che hanno imparato su come viziare i bambini dai propri nonni.

È diverso dal modo in cui lo facciamo in Occidente, sì .. ma è come va generalmente in Cina in questo momento.

La mamma tigre è un fenomeno cinese occidentalizzato. Ogni bambino che conosco nella Cina continentale trascorre più tempo a essere viziato dai nonni mentre mamma e papà lavorano di quanto non facciano con le loro figure genitoriali dirette. No, questo non è universale, ma sì, è molto più che comune.

Come vanno i nonni, sono già troppo morbidi lasciando che i nipoti vadano via con qualsiasi cosa e facciano tutto ciò che vogliono, creando spesso mostri viziati totalmente incapaci di andare d’accordo nella società educata senza che qualcuno li aspetti mano e piede.

Alcuni cinesi mi daranno il colpo di grazia perché pensano che sto colpendo la Cina ma sanno che è vero.

Grazie Michael per avermelo chiesto. In realtà non ho esperienze di genitorialità “difficile” perché i miei genitori non ci hanno mai trattato duramente. Non avevamo troppi compiti a casa e non avevo mai frequentato programmi di studio dopo la scuola. Ma ricordo che odiavo i compiti di compiti estivi per copiare il testo perché è noioso e stancante. Ho tradito copiando l’inizio e la fine del testo, e lo hanno fatto anche i miei amici. Prima di diventare un adolescente, il nostro inferno paradisiaco è caduto improvvisamente su di noi: la Rivoluzione Culturale è iniziata e tutte le scuole sono state chiuse. Ho vissuto in un mondo privo di libri di testo per 10 anni. Ci sono state volte in cui pensavo di aver bisogno di insegnarmi qualcosa quando mi annoiavo e mi sentivo ignorante, ma non riuscivo a trovare libri di testo in ogni famiglia a cui potessi relazionarmi. Quando tutti i college e le università hanno riaperto, a tutti è stato essenzialmente permesso di competere per uno slot non appena ha potuto ottenere una lettera di presentazione dalla sua unità di lavoro per registrarsi se non un diplomato di scuola superiore. Ricordo ancora che è stato riferito che per ogni slot del college c’erano più di 34 partecipanti agli esami di ammissione in competizione per questo nella mia provincia. Gli studenti universitari erano considerati “i figli del cielo” (da quando tutti gli imperatori se ne erano andati) per i primi anni dopo il 1977. Nella mia classe i più grandi e i più giovani avevano 34 e 16 anni.

Quando ho iniziato a fare il genitore mio figlio non vivevo più in Cina. Ma ho scoperto che mia sorella e suo marito, entrambi appartenenti alla “generazione perduta”, erano molto difficili con il loro bambino. Avevano grandi aspettative nei confronti del figlio, e talvolta il padre era persino violento nei confronti del figlio quando non riusciva a soddisfare le sue aspettative con la sua prestazione scolastica. Ho pensato che volessero che il loro figlio fosse qualcuno che avevano sognato di essere. E ho visto molti altri della mia generazione fare lo stesso. Credevo che la diffusa genitorialità dei nostri giorni fosse iniziata dopo la Rivoluzione Culturale, quando la “generazione perduta” si svegliò improvvisamente e cercò di ritrovare le opportunità perdute sui propri figli. Ogni coppia stava facendo del proprio meglio per dare ai propri figli la migliore istruzione. La riapertura del paese al mondo ha ripreso a realizzare sogni reali per i laureati che studiano all’estero, il che ha ulteriormente scatenato l’ansia per la frenesia. Per oltre 20 anni una buona istruzione universitaria potrebbe portare il miglior ritorno dagli investimenti di una famiglia. Significava anche successo personale in denaro, gloria, matrimonio, lavoro e posizione negli uffici governativi. Dopo che sono state costruite sempre più università, l’istruzione universitaria non è più la strada garantita per il successo. Solo i pochi che escono dalle migliori università sono in grado di recuperare gli investimenti della loro famiglia. Quindi, la competizione è solo peggiorata e la genitorialità diventa più difficile. La credenza tradizionale nell’educazione, che era stata pesantemente criticata durante l’era di Mao, è rinata. Fa bene promuovere l’educazione e riportare i valori tradizionali: l’educazione è solo a fini economici e sociali. La convinzione si adatta bene al sistema ma non soddisfa necessariamente i bisogni della società di alimentare i cittadini moderni con menti creative.

Le nuove generazioni diventeranno più morbide? Mio nipote mi dice che non tratterà mai suo figlio come suo padre gli ha fatto. Voglio che mio figlio sia felice, dice. Non mi importa cosa farà. Ma sua moglie dice che non crede che possano crescere il loro figlio come fanno gli stranieri. Come insegnante di scuola materna, inizia già a insegnare a suo figlio a recitare poesie cinesi. Quando il ragazzino recita ciò che gli è stato insegnato al pubblico degli adulti, entrambi sono felici di cantare canzoni per bambini e ascoltare classiche poesie cinesi. Onestamente non so come la madre possa ragionare o meno per insegnare a suo figlio le classiche poesie cinesi.

Modifica : Sto modificando questa risposta 12 ore dopo la pubblicazione. Che “ho vissuto in un mondo privo di libri di testo per 10 anni. “Come ho scritto nella risposta non dovrebbe essere considerata una descrizione accurata della società al momento. Le scuole nelle città sono state riaperte 2 anni dopo l’inizio della CR. Mi è stato assegnato un lavoro per lavorare in una fabbrica dopo un anno e mezzo in una scuola media che riceveva istruzione politica da lavoratori delle fabbriche vicine. Alcune università riaprirono probabilmente intorno al 1974 e accolsero studenti selezionati da persone della classe operaia, di solito membri del PCC. Non erano solo studenti universitari ma affiliati dei membri della classe operaia inviati alle università per gestire quelle istituzioni e riformare le menti dei professori. Ma è vero che non avevo mai visto libri di testo per le scuole medie pubblicati prima del 1967 in quei 10 anni e oltre.

Mentre la nuova generazione non sarà necessariamente più morbida, credo che saranno, tuttavia, generalmente più liberali dei loro anziani su diverse questioni:

  1. Diritti LGBT in Cina
  2. Violenza domestica
  3. Parità dei sessi
  4. Democrazia
  5. Formazione scolastica
  6. Attività sessuale
  7. Ambiente

Se non sei cinese, sono estremamente curioso di sapere perché ti preoccupi di questo tipo di problema. È un’implicazione per i cattivi “diritti umani” in Cina? Se sì, ti dico solo che non ha nulla a che fare con i “diritti umani”, ma un fenomeno unico della cultura cinese con valori di cui pochi occidentali sono veramente consapevoli.

Se sei cinese, penso che la risposta sia no. Perché in generale i bambini cinesi non diventeranno più forti e più sani senza i genitori “duri”. Potresti avere delle confusioni al riguardo solo perché sei ancora molto giovane. Sono sicuro che apprezzerai la tua mamma e il tuo papà perché sono stati duri con te quando entri nella società e finalmente diventi maturo.