Il fiume Gange è menzionato nei testi di Rig Vedic?

Come menzionato da Pradip Gangopadhyaya, Ganga è menzionato nel capitolo 10.75 di Rig Veda. Menziona tutti i fiumi che iniziano da est a ovest con enfasi su Sindhu (Indus) e Saraswati.

Se le pianure Indu e Gangetic fossero contigue, ci sarebbero stati insediamenti simili lungo il Ganga come vediamo lungo l’Indo (Mohenjo daro / Harappa) e l’ormai scomparso Saraswati. Se Ganga fosse stato un fiume potente allora, sarebbe stato sicuramente accordato un verso piuttosto che solo una menzione passeggera.

Questo mi porta a credere che Ganga avrebbe potuto essere fiumi che scorrevano verso ovest passando attraverso l’attuale Rajasthan e incontrando il mare attraverso Kutch. Yamuna e Sutlej insieme avrebbero formato Saraswati e attraversato Haryana prima di incontrare gli Indù da qualche parte a valle. Lo schema degli insediamenti della valle dell’Indo lo indica.

Le attività tettoniche intorno al 2000 a.C. avrebbero portato al sollevamento della terra a ovest dell’Indo, spingendola verso est accompagnata da un sollevamento della terra nell’India centrale nell’attuale parlamentare con effetto a catena a Haryana, Delhi e le aree tra l’attuale Sutlej / Yamuna. La faglia sismica segue lo stesso percorso della divisione Sutlej-Yamuna che corre da Haryana sud a nord-est attraverso Delhi.

Ciò avrebbe portato a un cambiamento nel corso di molti fiumi. Il precedente Ganga che scorreva verso ovest avrebbe girato verso est fino ai giorni nostri UP / Bihar e Bengala. Quando il corso di Ganga cambiò, il Rajasthan e Kutch divennero un deserto di sabbia.

Yamuna in precedenza un affluente di Saraswati avrebbe potuto cambiare rotta verso est e formare un affluente del Ganga; entrambi insieme ora formano un potente sistema fluviale. Il corso del fiume Sutlej sarebbe stato spinto verso nord e sarebbe diventato un affluente dell’Indo. Quindi, con entrambi i suoi affluenti – Yamuna e Sutlej che lo abbandonano, il fiume Saraswati potrebbe essersi estinto.

C’è anche la possibilità che le pianure della parte settentrionale dell’Indo insieme ai suoi affluenti settentrionali di Jhelum / Chenab (regione del Punjab pakistano settentrionale a sud fino ad Harappa) debbano essere in fase formativa allora.

Sì, il fiume Ganga trova menzione nel Nadistuti Sukta, Rig Veda 10.75.5-6 che elenca i principali fiumi Rig Vedic:

O Ganga, Yamuna, Sarasvati, Shutudri (nome moderno: Sutlej), Parushni (nome moderno: Ravi), ascolta la mia lode! Ascolta la mia chiamata, O Asikni (nome moderno: Chenab), Marudvridha (nome moderno Maruvardhan), Vitasta (nome moderno: Jhelum) con Arjikiya e Sushoma.

Prima fluisci unito a Trishtama, a Susartu e Rasa, e a Svetya, O Sindhu (nome moderno: Indus) con Kubha (nome moderno: Kabul) a Gomati (nome moderno: Gumal o Gomali), con Mehatnu a Krumu (nome moderno : Kurram), con cui procedete insieme.