Qual è la cosa peggiore e migliore che può accadere alla civiltà umana?

Penso che la cosa peggiore che possa accadere sia che continuiamo così, che è chiaramente nella direzione sbagliata. È in contrasto con la vita civile. Ciò nonostante le affermazioni secondo cui il progresso è in qualche modo progresso, che dovremmo vedere come un cambiamento, non come un movimento in direzioni desiderabili. La civiltà è una direzione desiderabile. Perché non ci stiamo muovendo in quella direzione? Questa è la prima domanda da porre.

Penso che sia perché siamo un animale che non si è ancora veramente svegliato con la nostra natura animale. La nostra natura animale gestisce troppo le cose, senza che la parte umana civilizzata della nostra natura sia pienamente consapevole di ciò. Dobbiamo prima diventare più consapevoli di noi stessi, prima di essere in grado di rispondere alle domande che devono essere poste. Potremmo quindi scoprire perché abbiamo “lasciato accadere le cose” e quindi siamo finiti nel caos in cui ci troviamo il momento. Consentitemi di trattare solo un aspetto di questo aspetto e di lasciarvi alla ricerca di molti altri aspetti che devono essere esplorati.

Robert Ardrey in The Territorial Imperative ha applicato l’Etologia (lo studio del comportamento animale) al comportamento umano. Fu un grande shock per molte persone, e in particolare perché Robert Ardrey non era un etologo, un vero scienziato, ma uno scrittore di opere teatrali. Quindi TI non ha preso piede come avrebbe potuto fare, perché l’intera comunità scientifica non ha abbracciato questo nuovo studio. Chiamiamola Etologia Umana, e applichiamola a guardare alcune istituzioni umane, che sembrano contrastare con la vita civile, a causa di questo imperativo territoriale nascosto, di cui siamo a malapena consapevoli in questo momento. Rendiamolo cosciente.

Per prima cosa prendi la polizia. Originariamente erano ufficiali di pace civili nel Regno Unito. Il loro compito era mantenere la pace. Erano uguali a tutti all’interno della società civile delle Isole britanniche ed erano lì per proteggere i membri di quella società civile che li impiegava. Per assicurarsi che fossero responsabili nei confronti di quella società civile, erano responsabili nei confronti dei comitati di sorveglianza. Gli ordinari Joe Bloggs erano lì per assicurarsi che rimanessero all’interno del territorio che Robert Peel aveva tracciato per loro. Ciò che è accaduto durante la mia vita è che elementi all’interno della polizia hanno scoperto che ciò limitava il proprio imperativo territoriale. Volevano più territorio. Così hanno demolito i Comitati di vigilanza, hanno reso la polizia responsabile nei confronti delle autorità e così abbiamo visto una crescita sempre maggiore di quello che oggi viene chiamato Stato di Polizia. Uno stato di cose che va contro la vita civile. È questa spinta animale che Robert Ardrey ha chiamato l’imperativo territoriale che sta guidando questo. C’è qualche elemento di cospirazione dietro di esso, ma questo è solo il mezzo.

In secondo luogo, prendere le autorità locali. Una volta erano solo impiegati in carica per gestire i nostri affari locali ed erano impiegati pubblici nella politica se non in nome. Nel corso degli anni sono stati governati dalla stessa spinta dell’imperativo territoriale e oggi stanno cercando di essere i nostri capi locali, non i nostri servi. Sentono che questo TI deve avere un territorio sopra di noi.

Prendi le strade, il nostro mezzo per spostarci. Un tempo erano mezzi piuttosto piacevoli per attraversare la campagna. Oggi sono diventati mostruosità, rivaleggiando con la bruttezza della splendida campagna in cui sono situati. Ancora una volta, i jack in carica devono gestire questo tipo di territorio, e presto diventa solo un esercizio nella loro TI.

Prendi qualsiasi aspetto della nostra vita e trovi lo stesso TI operativo. Ora è diventata una guerra delle TI. Si infrangono così a vicenda, che vengono esplorate nuove forme di creazione di territori, peggiorando ulteriormente la situazione. Tutto è in contrasto con la vita civile. Ciò che ho visto da bambino non è più quello che vedono i bambini di oggi. Potevo andare in bicicletta in campagna in tenera età, senza indumenti protettivi, in sella alla bicicletta di mio padre. Oggi nessun bambino può farlo. Questa non è civiltà. È barbarie.

Tanto per lo scenario peggiore, quale delle cose migliori che potrebbero accadere alla nostra possibile civiltà? La mia risposta a ciò suggerisce che scoprire lo scenario del caso migliore si trova nello studio dello scenario peggiore. Dobbiamo semplicemente capire l’animale umano molto meglio di quanto abbiamo fatto finora e agire su questo in una sorta di direzione deliberata. In politica, lo chiamo New Whiggery, dopo Edmund Burke, la cui Great Melody era sul tema della vita civile per tutti. Non vedo alcuna alternativa ad esso e vi rimando al poco che ho raccolto finora su questo: The New Whig View