Perché l’imprenditore cinese non segue le orme della Disney per inventare il proprio personaggio di animazione cinese, fare cartoni animati, film e parchi a tema?

Potrebbero esserci più ragioni per questo problema.

  • La protezione della proprietà intellettuale (PI) è molto debole in Cina.
    • Sebbene la situazione stia migliorando, ma in generale ci sono molte attività di pirateria nelle industrie culturali (romanzi, musica, film) e nelle industrie ad alta tecnologia. Pertanto, il rischio per l’imprenditore di realizzare l’invenzione e la creazione di “copia semplice” è molto elevato.
  • Mancanza di esperienza e capacità di bilanciamento tra cultura e impresa o guadagno con prodotti culturali
    • La cultura cinese aveva un presupposto imbarazzato, cioè che i poeti, gli scrittori, i musicisti non dovevano gestire i soldi, dovevano vivere in onda …
    • La Cina non aveva un buon sistema e processo per le operazioni commerciali dei prodotti culturali fino a poco tempo fa. cioè abbiamo grandi idoli culturali come i personaggi di in “The Journey to the West”. Ma non ci sono state operazioni commerciali sistemiche e redditizie per questa cultura per molti anni. Ora alcuni imprenditori hanno cercato di imparare dal Giappone e dall’America per gli affari culturali, ma c’è ancora molta strada da fare.

Dove sei stato? Non hai sentito il capo di Wanda sfidare Disneyland e aprire la sua “Disneyland con caratteristiche cinesi”. Come molti imprenditori, è andato proprio in cima promettendo di cancellare Disneyland dalla mappa e di costruire i suoi parchi a tema Wandaland in tutta la Cina. Ovviamente non riesce a vedere l’ovvio: i cinesi sono blasé per le cose cinesi; vogliono l’esotico, lo straniero. Non compreranno un appartamento se non pubblicizzato in stile europeo o americano; vogliono mangiare cibo straniero; guidare auto straniere; indossare abiti di marca straniera. La Cina è troppo cosmopolita per celebrare la propria cultura. Hanno un brutto caso di Cringe culturale.