Cos’è la cultura europea?

Quello che sto per scrivere è la realtà e potrebbe essere molto doloroso per gli europei di estrema destra. L’identità e la cultura del Nord Europa (o almeno la maggior parte) si evolvono attorno a 2 paesi / regioni.

  1. Anatolia (turchia)
  2. Caucaso settentrionale (Cecenia, inguscezia)

entrambi hanno accettato l’Islam oggi. quindi la terra di base da cui ha origine la cultura e l’identità europea è oggi musulmana.

La razza europea.

I popoli nordeuropei hanno la loro origine in Anatolia – Turchia che (Galazia – Wikipedia) i greci chiamavano la Turchia come Gall-Gracia (terra delle gallie barbariche) quasi tutti gli europei si diffondono da quello che oggi è il tacchino che è la ragione per cui molti turchi hanno caratteristiche super bianche che mancano nei loro vicini

Squadra di basket turca

Squadra di basket femminile turca

Squadra di calcio turca

secondo alcuni linguisti anche l’inglese è nato in Turchia. La lingua inglese è “originaria della Turchia” – BBC News.

Se avessi mai visitato un paese del nord Europa, ti saresti imbattuto in un gentiluomo che suonava questa cosa

ecco un uomo turco della regione turca del Mar Nero che fa la stessa cosa

Danza scozzese

danza dalla regione del mar nero in turchia (costumi e danza abbastanza simili)

Gli arabi alla fine presero il tacchino e li convertirono all’Islam e i turko-mongoli turificarono i nativi e rimossero la loro cultura indoeuropea e la sostituirono con quella turca.

così gli europei originali si sono ora felicemente assimilati in un gruppo di persone di lingua altaica che seguono l’Islam.

La regione del Caucaso settentrionale ha anche QUALCOSA influenza sull’Europa principalmente sull’identità razziale degli europei. il termine caucasico e bianco era originariamente derivato da persone che vivevano in questa regione. Johann Friedrich Blumenbach – Wikipedia era un antropologo tedesco che ha emesso un’ipotesi che, poiché le persone nel nord del Caucaso erano super pallide e super “belle”, ha deciso di chiamare tutti in Europa come bianchi caucasici (fonti – Bellezze circasse – Wikipedia)

La cultura europea è complessa e una miscela di molte influenze.

Ci sono tratti comuni e variazioni considerevoli.

La maggior parte delle diverse nazioni europee ha radici culturali perse nella preistoria e una parte di questa cultura comune proviene dagli indoeuropei che sono emigrati in Europa. Queste persone indoeuropee si stabilirono più o meno in diverse parti della vecchia Europa incontrando diverse tribù della vecchia Europa. Ciò ha avuto come risultato la differenziazione tra tribù diverse a seconda della tribù con cui interagivano e alla fine si confondevano.

Ad esempio, le tribù latine ebbero una forte influenza etrusca e il greco ebbe molti elementi culturali provenienti dall’autochton che i Pelasgi chiamavano.

Questo processo potrebbe essere avvenuto ovunque le persone indoeuropee si sono diffuse ogni volta con alcune variazioni a seconda della natura delle relazioni dei nuovi arrivati ​​e della popolazione locale.

Con queste diverse aree culturali iniziarono ad apparire, i popoli slavi, i germanici, i celti, i latini, gli elleni e alcune persone erano la componente indoeuropea che non finiva a dominare come con i samis e il popolo Fenic o con il popolo vasconico.

Più tardi la diffusione della cultura e della lingua latina e la comprensione latina della civiltà greca si diffusero in tutto il Mediterraneo con l’ascesa dell’impero romano. Molte persone sono state assimilate o hanno ricevuto una forte influenza dalla cultura latina come i Galli e le persone della penisola ispanica. Ciò non cancellò completamente la cultura precedente, ma si mescolò di nuovo con la cultura precedente e ne divenne parte. La cultura creata dalla sintesi dell’impero romano diverse persone fu successivamente diffusa alle persone attraverso la nuova religione romana: il cristianesimo, che era una specie di versione annacquata del giudaismo che utilizzava elementi della filosofia greca. Ancora una volta portò solo elementi della cultura di questo impero alla popolazione slava e germanica solo molto progressivamente e finì per influenzare anche le persone non indoeuropee.

Allo stesso tempo, le guerre nell’est e l’effetto domino portarono i germanici a trasferirsi dalla loro terra natale e invadere molti posti a sud e ad est. E così l’impero romano cadde sui “Barbari”. Mentre queste persone rimasero all’interno dell’impero e iniziarono ad amministrarlo e lo frangiarono, vennero anche conquistati dalla loro conquista e ricevettero molta di questa influenza “latina”.

In cambio, il loro legame con l’Europa centrale e settentrionale diffuse di nuovo questo nuovissimo mix di cultura germanica e latina in molti luoghi al di fuori delle parti dell’impero romano che erano sotto il dominio delle diverse tribù germaniche.

Allo stesso modo la nuova ondata culturale non ha sradicato tutto dalla cultura precedente e sono avvenuti diversi mix dando vita a nuovi gruppi etnici, culture e lingue.

Da lì in poi è di solito più facile rintracciare le diverse culture europee poiché molte nazioni europee narrano le origini risalendo a queste tribù e questi stati.

Durante il periodo successivo molti imperi sorsero e dominarono gran parte dell’Europa creando più connessioni tra le diverse aree.

Per le esigenze della risposta ho semplificato volontariamente molte cose, non ho indicato molti fatti molto importanti e non ho spiegato molte altre influenze che varrebbero la pena di essere spiegate. Ma il punto centrale è che la cultura europea è per sua natura molto diversa e multicentrica, con anche molti punti e divergenze comuni da non sottovalutare. È anche lontano dall’avere radici solo “latine” o “germaniche” e alcune persone come ungheresi, estoni e finlandesi sono culturalmente europei anche se non parlano una lingua indoeuropea, perché erano nel mezzo di questi scambi ed erano esposti a questa varietà.

I paesi hanno culture, l’Europa non è un Paese, è il nome di una raccolta di 28 nazioni che hanno deciso di riunirsi per migliorare gli scambi e negoziare sulla scena mondiale.