Gli ebrei secolari frequentano la sinagoga?

A volte, sì, a volte no.

Alcuni partecipano per le vacanze, altri partecipano al circolo sociale, altri partecipano per occasioni speciali, altri per le vacanze alte, altri mai.

Io personalmente? Non sono stato in una sinagoga da settimane e dubito di aver avuto qualche occasione di andare per un po ‘. Forse una volta, quando non sono così contagioso con l’herpes zoster, andrò con mio nonno. Mi piace andare in sinagoga con lui e guardarlo urlare alla gente.

Mio nonno è il diacono / shammas della sinagoga e lo governa con un pugno di ferro. È glorioso vederlo regnare come un re, martellare sul tavolo ed esigere un silenzio perfetto e correggere errori. La mamma si è divertita a masticare una volta per spettegolare durante la sinagoga, un giorno che mi fa ancora sorridere. E più urla, più la congregazione lo adora. Penso che sia la vodka e brownies fatti in casa, torta di noci, pan di Spagna, bagel e aringhe che porta per lo spuntino post preghiera.

Quindi, forse questo capodanno ebraico, ci andrò.

Sì, a volte, per matrimoni, mitzvah bar e pipistrelli, oratori, azione sociale e vacanze occasionali. Inoltre, le sinagoghe a volte ospitano eventi completamente non religiosi come lezioni di danza israeliane e seminari di intervento degli spettatori (per nominare una coppia a caso).

Alcuni lo fanno. Non regolarmente ma per volontà di Rosh Hashana (Capodanno ebraico) e Yom Kippur, le due festività ebraiche più sante. Alcuni ebrei militanti laici non visiteranno mai una sinagoga, in linea di principio.

A volte.

Essere secolari, o addirittura atei, non impedisce alle sinagoghe di servire come grandi centri comunitari multidimensionali.

Sicuro. Non regolarmente, forse, ma gli ebrei “non osservanti” (laici) certamente partecipano di tanto in tanto – per i principali giorni sacri, abbastanza spesso, per eventi familiari come la nominazione dei bambini e le mitzvah da bar o pipistrello. O forse vanno per le serate al cinema, o per le serate di gioco, o perché vogliono giocare a scacchi in biblioteca o frequentare un corso di autodifesa: una sinagoga è molto più di uno “spazio di adorazione”. È anche una scuola e un centro comunitario.

Generalmente no. Molte persone frequentano Rosh Hashanah e Yom Kippur e basta.

Sono laico il più possibile e non frequento mai la sinagoga, nemmeno per Rosh Hashana, Yom Kippur o Pasqua ebraica.

Altri possono differire.